Perchè partecipare ad un’asta di preziosi?

I vantaggi di partecipare ad un’asta di preziosi sono diversi.

Brevemente, si possono così riassumere:

  • il prezzo di partenza degli oggetti in asta è generalmente inferiore rispetto agli stessi oggetti acquistati in gioielleria;
  • il valore dell’oro, dei metalli preziosi, delle pietre preziose (diamanti, rubini, smeraldi, zaffiri) rappresentano un’ottima opportunità di investimento nel tempo;
  • è possibile trovare all’asta preziosi in metallo prezioso (argenterie e oreficeria) non disponibili sul mercato.

Quali tipi di oggetti vanno in asta?

Gli oggetti in asta sono di diverso tipo: pietre preziose, anelli, collanine, girocolli, bracciali, braccialetti, ciondoli, orecchini, gemmelli, orologi da uomo o da donna, con cinturini in pelle o in metallo. Generalmente l’oro è a 18 carati è il metallo più offerto in asta, ma sono presenti carature inferiori e superiori di oro: 22 (oro indiano 916 ), 18 (caratura 750), 9 e 14 (rispettivamente 375 e 585, il cosiddetto oro inglese e oro tedesco), 8 carati, argento (800 e 925, ossia rispettivamente 800 o 925 parti di argento su 1.000), platino (925 su 1.000). In merito all’oro, l’Agenzia Chierico tratta preziosi in oro rosso, in oro giallo e in oro bianco. Il perito orafo e l’analista diamante garantiscono l’autenticità degli oggetti. In rari casi, gli oggetti sono dichiaratamente guasti, nel caso in cui, per esempio, l’orologio sia fermo o manchi una pietra.

Chi può partecipare all’asta di preziosi?

Possono partecipare:

  • privati
  • partite IVA
  • titolari o rappresentanti di socità srl, spa, sas, snc.

In caso di partecipazione all’asta, è necessaio specificare i dati dell’acquirente.

Come è possibile pagare all’asta di preziosi?

È necessario pagare i beni vinti all’asta entro 3 giorni lavorativi dall’acquisto. Per gli importi complessivi inferiori a 2.000 € è possibile pagare con contanti o assegno circolari. Per cifre a partire da 2.000 €, è necessario saldare con assegno circolare o bonifico. Una volta confermato l’avvenuto pagamento, il cliente potrà ritirare i beni acquistati.

Rilanci

  • Per importi fino a 50 €, è possibile rilanciare di 1 €.
  • Per importi tra 51 € e i 151 €, il rilancio minimo è di 2 €.
  • Da 151 € a 300 €, il rilancio minimo è 5 €
  • Da 301 € a 500 €, il rilancio minimo è 10 €.
  • Oltre i 500 €, il rilancio minimo è di 20 €.

Offerta segreta: partecipare all’asta senza essere presente all’asta

È possibile provare ad acquistare un lotto all’asta tramite l’offerta segreta: questa situazione può presentarsi se la persona non può essere fisicamente presente all’asta. L’offerente deve lasciare in busta chiusa la propria offerta e la cauzione relativa. Le cauzioni versate per l’offerta segreta sono restituite. Se si aggiudicano il lotto, vengono scalate dal prezzo di aggiudicazione.

Quali documenti sono necessari per partecipare all’asta?

  • Per le società: dati società e visura camerale
  • Per i privati: documento valido (non scaduto) con fotografia (carta di identità, patente, passaporto, permesso di soggiorno) e codice fiscale.

Il prezzo finale come si calcola?

Il prezzo finale è costituito dalla somma del prezzo di aggiudicazione più il 17,51%: quest’ultima cifra comprende i diritti d’asta e l’IVA.

Aste di preziosi: alcuni oggetti all’asta

Clicca qui per consultare la lista in formato PDF di tutti gli oggetti all’asta o vedere le foto di alcuni oggetti in asta.

Ultimo aggiornamento: 23 marzo 2021.